Archivi categoria: Consigli Utili

Vietato sprecare! Succhi & hamburger (vegetariani, da che ci siamo…)

Ricetta hamburger vegan anti-spreco

Ragazzi, ci siamo: le infradito sono riemerse dal fondo della scarpiera, profumo di gelsomino nell’aria, prime maledette zanzare… ovvero, estate alle porte. E sapete cosa vuol dire? Che è tempo di centrifugati, olè!!!

Ho una confessione da farvi… è imbarazzante, ma devo ammettere che per anni ho buttato via lo scarto dei centrifugati: quanto mi vergogno, ma complice poco tempo, poco spazio, vita frenetica ma soprattutto – ammettiamolo – pigrizia e poca fantasia, mi bevevo il succo e fine della storia. Per evitare che anche voi facciate lo stesso errore, vi passo la mia ricetta preferita per recuperare lo scarto post centrifuga – e vi invito a mandarmi le vostre!

… ma prima credo valga la pena spendere due parole sullo spreco alimentare: più di 840 milioni di persone sono denutrite – nello stesso mondo dove circa un terzo della produzione di cibo viene buttata. Mentre siamo ben consci che non saranno queste polpette a salvare il mondo, ci sembra giusto usare questo spazio per ricordare a tutti di fare il possibile per limitare lo spreco di risorse, di ogni tipo: fatevi un giro in rete, troverete un sacco di consigli utili – il nostro sito preferito in assoluto è Ecocucina, pieno di idee geniali come la cottura in lavastoviglie. Chiaro il messaggio?!? Ed ora… polpette!!!

Una premessa: quando parlo di centrifugato, intendo centrifugato di verdure, molto più salutari di succhi di frutta – il succo di sola frutta è un mega concentrato di zuccheri e, non essendoci fibra perchè estratta dalla centrifuga,  porta ad un’innalzamento repentino di glucosio nel sangue che, detto in parole povere, non è una gran cosa! Quindi, un paio di consigli: diluite sempre i vostri succhi con acqua, andateci piano con mele e carote  e aggiungete sempre verdure come cetrioli o sedano al vostro mix.Centrifuga Ovetto Brandani

INGREDIENTI – per il centrifugato:

  • 4-5 carote, pelate se non biologiche
  • 1 cetriolo, pelato
  • un pezzetto di zenzero, a piacere
  • una manciata di foglie di menta

Centrifuga il tutto – diluisci con un pò d’acqua e una spruzzata di limone (noi usiamo la Centrifuga Ovetto Brandani, tiene pochissimo spazio e si pulisce al volo!): ora siediti al sole e assapora il concentrato di vitamine! Poi, al lavoro (poco, a dire il vero) per preparare gli hamburger…

INGREDIENTI – per gli hamburger vegetariani:

  • gli scarti della centrifuga, ovviamente
  • 50 gr semi di zucca
  • 50 gr semi di girasole
  • 1 scatola di cannellini, ben scolati (o altri fagioli, cotti)
  • 1 uovo
  • sale con erbe
  • 1 cucchiaio di olio (di vinacciolo o extravergine di oliva)
  • formaggio feta (opzionale ma ci sta proprio bene)
  1. Nel robot, tritare grossolanamente i semi di zucca, di girasole, il sale e le erbe (noi abbiamo usato un sale per gli arrosti con rosmarino, ginepro, salvia e aglio – scegliete le erbe che preferite!);
  2. Aggiungere nel robot lo scarto del centrifugato,  i fagioli, l’uovo e l’olio: frullate fino ad amalgamare il tutto, ma se rimangono pezzi il risultato finale è migliore;
  3. Mettete in una terrina, aggiungete la feta spezzettata grossolanamente se decidete di usarla, amalgamate bene e lasciate riposare in frigo per una mezz’ora (opzionale ma aiuta a “legare” gli ingredienti).
  4. Se volete una versione vegana sostituite l’uovo con un paio di cucchiai di farina di psillio o farina di semi di lino o semi di chia lasciati in ammollo; invece della feta mettete qualche pezzetto di tempeh.
  5. Formate degli hamburger, adagiate su teglia un pò unta con ghee o olio di cocco, mettete in forno preriscaldato a 200°C per 30-40 minuti e… buon appetito! Con queste dosi noi di solito otteniamo 7-8 pezzi.
  6. Sono ottimi avvolti in un paio di grosse foglie d’insalata e un pò di salsa di prezzemolo (sale-olio-prezzemolo-frulla!).

Quali sono le vostre ricette anti-spreco preferite?

Seguici anche su Instagram per un sacco di ricette, offerte e ispirazioni per la casa!

PS.: Ne approfitto per comunicarvi una nostra grande novità:  sul nostro sito trovate tutto l’assortimento Yankee Candle senza spese di spedizione con soli 30 € di spesa – vi aspettiamo!

PPS.: Sei di Cremona o dintorni? Vieni a trovarci al Mercato del Biologico in Piazza Stradivari domenica 25 Maggio! Le ciliegie le portiamo noi… e se vieni a Soarza alla Sagra della Rana e del Pesce, sempre questa domenica, puoi anche venire a trovarci in negozio – ebbene sì, abbiamo anche il dono dell’ubiquità!

www.bottegaregalasorrisi.com

 

 

 

Annunci

Cioccolatini con cuore di sesamo e lucuma

Fiori di campo + cioccolatini fatti in casa = mamma felice!
Fiori di campo + cioccolatini fatti in casa = mamma felice!

Ed ecco un’altra idea per la festa della mamma: questi cioccolatini sono semplicissimi da fare, e non c’è mamma che resista ad un regalo così, fatto in casa con le vostre manine sante… procuratevi una bella scatola in cui confezionarli et voilà, mamma conquistata! Regalati insieme ad un’alzatina come questa donano quel “tocco in più” che rende un’occasione ancora più speciale.

Questa ricetta è un classico qui al quartier generale di Bottega Regala Sorrisi – l’abbiamo trovata su MyNewRoots, favoloso blog di Sarah Britton che quasi conosciamo a memoria tanto ci piacciono le sue idee… e siete fortunati: qui sotto trovate tutte le conversioni in grammi/cucchiai invece delle fastidiosissime “cups”! Se ci seguite ormai sapete che ci piacciono le cose speciali… infatti questi cioccolatini sono vegani, senza zucchero, senza glutine e se usate ingredienti base “crudi” (come il cacao e il miele) avrete non solo un dolcetto da leccarsi i baffi, ma una vera bomba di antiossidanti… insomma, una botta di energia e salute travestita da cioccolatino 🙂

L’ingrediente chiave per queste bellezze è la lucuma, un frutto nativo del Sudamerica: la polpa ridotta in polvere viene spesso utilizzata nella preparazione di cioccolato crudista/vegano, ed è il gusto di gelato preferito in Perù! Il sapore è piuttosto unico: un delicato mix di vaniglia, caramello, sciroppo d’acero… il che la rende perfetta come dolcificante al posto dello zucchero. Ma soprattutto la lucuma viene usata da secoli per le sue proprietà medicinali: non solo è ricca di fosforo, potassio e calcio, ha anche effetti anti-infiammatori e antiossidanti – ora non avete più scuse, dovete provarla (la trovate, in polvere, nei negozi bio o online)!

Forse perchè durante il photoshoot stavamo bruciando una Yankee Candle True Rose,  assaggiando uno dei cioccolatini ho pensato che ci starebbe davvero bene una goccia di olio essenziale di rosa…la prossima volta. Se potete, provate poi fateci sapere!

Ingredienti

Per i cioccolatini:

  • 6 cucchiai di olio (burro) di cocco
  • 3 cucchiai di burro di cacao (sciolto)
  • 75 gr cacao in polvere
  • 4 cucchiai di miele
  • 2 cucchiai di polvere di lucuma
  • un pizzico di sale

Per il ripieno:

  • 6/7 cucchiai di tahini di sesamo (o burro di mandorle, noccioline, nocciole, anacardi…)
  • 1 cucchiaio di miele (o sciroppo d’acero)
  • 1 cucchiaio di polvere di lucuma
  • un pizzico di sale
  1. A bagno maria, fate sciogliere il burro di cocco e il burro di cacao. Aggiungete poi il miele e amalgamate bene.
  2. Quando il tutto è ben incorporato, togliete dal fuoco e aggiungete il sale, la polvere di cacao e la lucuma, setacciandole.
  3. Incorporate, assaggiate e aggiustate dolce/salato come preferite.
  4. Negli stampini (noi abbiamo usato questi a forma di cuore, comodissimi… e siamo fermamente convinti che quando un cioccolatino è a forma di cuore sia inevitabilmente anche più Cioccolatini su bottegaregalasorrisi.combuono!) mettete un primo strato di cioccolato, quanto basta per coprire il fondo: mettete in frigorifero o nel freezer mentre preparate il ripieno. Tenete presente che dovete usare solo circa 1/3 del cioccolato in questa fase!
  5. Mischiate gli ingredienti per il ripieno (tahini, miele o acero, lucuma, sale) fino a formare una “palla” di impasto – se è troppo liquida aggiungete lucuma, altrimenti miele. Aggiustate il sale a vostro piacimento.
  6. Prendete l’equivalente di circa mezzo cucchiaino di impasto e fate tante “palline” quanti sono i cioccolatini: mettete una pallina di ripieno in ogni stampino (a questo punto, comunque dopo circa 20 minuti, la base di cioccolato dovrebbe essersi indurita) e coprite con il cioccolato rimanente, fino all’orlo.
  7. Lasciate riposare in frigorifero per almeno un paio d’ore ma meglio ancora tutta la notte – i cioccolatini sono pronti quando si staccano bene e nettamente dal bordo.Cioccolatini su alzata Brandani
  8. Mi raccomando – conservare in frigorifero!

Augurandovi come al solito buona merenda, buona giornata e buona primavera, abbracciamo tutte le mamme che ci leggono e gli diciamo: GRAZIE, voi sapete perchè 😉

Cioccolatini e Yankee Candle True Rose

Nelle foto:

Cheesecake vegana (…e senza farina!)

... un'idea per la Festa della Mamma? Cheesecake di frutta - servizio "Arlecchino" Brandani
… un’idea per la Festa della Mamma? Cheesecake di frutta – servizio da the Brandani Gift Group

Oggi condividiamo con voi una delle nostre “cheesecake” preferite – noi preferiamo la versione vegana, ma potete tranquillamente sostituire lo yoghurt di soia con mascarpone o yoghurt greco… ed è anche senza glutine (non c’è nessuna farina) e senza zucchero: solo un pò di miele o sciroppo d’acero e tanta frutta! Si prepara in un attimo, è deliziosamente fresca ed è una meraviglia quando decorata con fiori e frutta fresca: per questo vi consigliamo di farla alla vostra mamma l’11 Maggio (sì cari, è ora di cominciare a pensare alla Festa della Mamma) – successo assicurato!

Ingredienti

Per la base:

  • 100 gr semi di girasoleCheesecake post
  • 100 gr nocciole
  • 100 gr semi di sesamo
  • 14 datteri, privati del nocciolo
  • 2 cucchiai olio di cocco, sciolto
  • un pizzico di sale

Per la crema:

  • yoghurt di soia (noi usiamo gusto vaniglia)
  • mezzo ananas, pelato (o anche fragole o frutti di bosco-freschi o surgelati)
  • 2 cucchiai di miele (o sciroppo d’acero o qualche goccia di stevia)

Tostate i semi di girasole, le nocciole e il sesamo in una padella per pochi minuti (attenzione a non farli bruciare!). Lasciateli raffreddare per un momento, poi mettete nel robot e tritate… non troppo però! I semi e le noci dovrebbero essere tritati ma non ridotti a farina.

Aggiungere i datteri, l’olio di cocco e il sale, fino ad ottenere una specie di “crosta” appiccicosa; mettete il composto in una tortiera con cerniera laterale di 20-25 cm di diametro (noi usiamo questa – è comodissima per mille altre preparazioni!) e appiattite bene la base – lasciate riposare in frigo mentre preparate la crema.

Dopo aver pulito bene il robot, frullate lo yoghurt, la frutta scelta e il miele; versate la crema ottenuta sopra la base di datteri nella tortiera e mettete in freezer per almeno 1 ora – la consistenza dipenderà molto dalla temperatura del vostro freezer… tenetela d’occhio, ma soprattutto lasciatela scongelare almeno un’ora quando è completamente congelata (anche questo dipenderà dalla temperatura esterna).

Noi l’abbiamo decorata con bacche di goji, ma se volete fare una splendida figura cercate fiori commestibili (come viole e calendula) e decoratela così, magari con qualche fragola fresca… e come sempre, fateci sapere come va!

Nelle foto:

 

 

Muffin senza farina: sani, versatili e veloci!

gluten free muffin
Muffin senza farina – ottimi dolci o salati
Nel nostro quartier generale le merende sono una cosa seria: siamo in tanti, con età che variano dai 6 mesi ai 60 anni, e quando abbiamo fame son guai seri. Siamo sempre alla ricerca di merende che facciano bene al corpo e allo spirito ma che non ci portino via troppo tempo: il Golosetto Brandani si è rivelato un prezioso alleato, vorremmo solo averlo saputo prima! In pochi minuti puoi sfornare muffin deliziosi per sfamare le truppe, o anche sfamarti solo tu, non c’è bisogno di pre-riscaldare il forno e pulire teglie… ma il profumo meraviglioso c’è, eccome!
Mentre il web è pieno di ricette (meravigliose) per muffin dolci, con farina, uova, burro eccetera, noi vorremmo condividere con voi una ricetta alternativa. E’ presa dal fantastico blog Green Kitchen Stories (una vera perla dal mondo scandinavo): è senza farina (quindi senza glutine), senza burro o uova, senza zucchero e si presta benissimo sia con salse salate o con un velo di tahini e sciroppo d’acero per una colazione coi fiocchi – potete anche surgelarli!Noci e semi
Ingredienti:  
(per ottenere circa 15 muffin)
  • 2 cucchiai di cuticola di psillio (attenzione, non i semi – la trovate nei negozi bio o online; se proprio non la trovate, sostituire con 2 cucchiai di farina di semi di lino)
  • 1-2 cucchiaini di sale
  • 350 ml di acqua
  • 100 gr di mandorle
  • 100 gr di nocciole
  • 100 gr di semi di sesamo
  • 100 gr di semi di girasole
  • 100 gr di semi di lino
  • 100 gr di semi di zucca
  • 3 cucchiai di olio e.v. d’oliva
  • una manciata di uvetta (o olive verdi spezzettate; o pezzi di cioccolato fondente se li preferite più sul dolce)
  1. Unisci la farina di psillio e l’acqua in una tazza capiente, mescola bene e lascia riposare per almeno 5 minuti, finchè ha raggiunto la consistenza di gel.
  2. Nel frattempo prepara le quantità di semi e mandorle, metti tutto in un robot da cucina e grattugia grossolanamente – non troppo! Non arrivare ad avere una farina, devono rimanere pezzi grossi.
  3. Metti il trito in una terrina capiente, aggiungi sale e olio; mescola bene.
  4. Unisci il gel di psillio e incorpora bene – è molto meglio farlo con le mani!
  5. Opzionale: lascia riposare per circa un’ora. Puoi anche saltare questo passo, ma il risultato è migliore così.
  6. Accendi il Golosetto: quando la spia indica che è pronto, spennella i buchi con un pò d’olio d’oliva o di cocco e riempi bene le formine – non avendo lievito, i muffin non aumenteranno di volume quindi devono essere già rigonfi, così che tocchino anche nella parte superiore per assicurarti che cuociano in modo uniforme.
  7. Ogni “infornata” è pronta in circa 20 minuti – ti consigliamo di farli raffreddare prima di mangiarli!
  8. Se preferisci farli in forno: preriscaldalo a 175 °C, metti il composto nelle formine per muffin e inforna per 45-50 minuti.

Noi avevamo voglia di salato, quindi li abbiamo mangiati con una favolosa salsa di pomodori secchi (frulla pomodori secchi sott’olio con pinoli, erba cipollina, lievito secco in scaglie o formaggio grattugiato, un cucchiaio d’olio… veloce e deliziosa!), ma anche con burro e marmellata sono una favola.

Muffins senza glutine vegani
Muffins – merenda servita!

Ed ora tocca a te: qual’è la tua merenda preferita? Scrivici le tue idee nei commenti qui sotto, siamo sempre affamati di novità!

Trovi tutti i prodotti Brandani su www.bottegaregalasorrisi.com – per la linea Golosetto abbiamo:

 

Consigli d’uso – per candele Yankee candle

Yankee Candle usa solo profumazioni genuine prodotte da estratti naturali e oli aromatici provenienti da tutto il mondo. Tuttavia, è molto importante che si brucino le candele responsabilmente per garantirne un uso sicuro. Segui queste linee guida per mantenere le candele Yankee una parte luminosa e bella della tua vita.

YCI SS14 Beautiful Blooms

Giare || clicca qui per vedere la nostra selezione

  • Maneggiare con cura, i contenitori in vetro sono fragili. Evitare il contatto vetro-a-vetro durante la rimozione o sostituzione del coperchio.
  • Non prendere mai la giara per il coperchio.
  • Non lasciare che la fiamma tocchi il laterale della giara. La giara potrebbe surriscaldarsi.
  • Se avviene fumo, controllare la presenza di correnti d’aria o zone ad alto traffico che può causare lo sfarfallio della fiamma e il fumo. Inoltre, assicurarsi che lo stoppino non sia più lungo di 1 cm. Se lo è spegnere, tagliare a misura, e riaccenderla.
  • Per minimizzare la presenza di cera sui laterali del vaso bruciare fin tanto che la superficie non è completamente liquida. E’ normale che rimanga un po’ di cera alla fine della totale bruciatura. La quantità può variare in base al colore, profumo e modo di bruciatura. I residui di cera possono essere sciolti al bagnomaria e bruciati nei bruciatori Yankee Candle.
  • Per evitare possibili danni per il calore a superfici o mensole interrompere l’utilizzo quando rimangono 1’5 cm di cera. Bruciare solo in un supporto adatto e resistente al calore.
  • La fragranza, il calore e condizioni ambientali possono influire e variare i tempi d’ardenza.

Votivi (moccoli) || clicca qui per vedere la nostra selezione

  • Diversamente da molti altri marchi, le candele votive Yankee Candle sono profumate integralmente, non semplicemente immerse o rivestite di cera profumata.
  • Bruciare solo in appropriati contenitori, mai da solo. La cera diventa liquida.

Tart (tartine) || clicca qui per vedere la nostra selezioneIMG_0503

  • Mettere le tartine nella parte superiore di un bruciatore asciutto.
  • Mai aggiungere acqua.
  • Utilizzare tea light (lumini) non profumati.
  • La tartina con il calore della fiamma si scioglie emanando tutto il suo meraviglioso profumo.
  • Per cambiare profumo spegnere il lumino sotto il bruciatore, lasciare raffreddare e battere delicatamente i lati del bruciatore, nella maggior parte dei casi, la cera si sgancerà, in caso contrario mettere il bruciatore in frigo per un’oretta e riprovare. Non utilizzare oggetti metallici per rimuovere la cera indurita, questi possono creare danni alla superficie del bruciatore. Puoi conservare la cera in un sacchetto di plastica per il riutilizzo.
  • Tenere il bruciatore sempre in vista.
  • Tenere lontano da oggetti infiammabili.
  • Tenere lontano dalla portata dei bambini e degli animali domestici.
  • Non utilizzare il bruciatore se scheggiato o incrinato. I bruciatori possono surriscaldarsi durante l’uso.
  • Non toccare o spostare il bruciatore finche non si è raffreddato.

Tea light profumati (lumini)

  • Se lo stoppino fuma, spegnere la fiamma, tagliare lo stoppino e riaccendere.

Consigli d’uso per candele e brucia essenze

Post CandeleLe candele sono un prodotto sicuro: se usate impropriamente però possono diventare pericolose. Seguite questi semplici consigli per godervi la meravigliosa atmosfera che solo la loro luce sa regalare – in tutta sicurezza!

  • Mai lasciare le candele accese incustodite.
  • Rimuovere tutti gli imballaggi ed etichette prima dell’uso.
  • Accendere le candele su portacandele specifici o su superfici protette e resistenti al calore.
  • Tenere la fiamma lontana da materiali infiammabili come tende, tappeti, libri, decorazioni, ecc…
  • Evitare di esporre la fiamma a correnti d’aria: eviterete inutili gocciolii delle candele ed un eccessivo consumo, inoltre il vento può portare oggetti infiammabili sulla fiamma della candela.
  • Tenere le candele fuori dalla portata di bambini e animali domestici.
  • Lasciare almeno 10 cm di distanza tra una fiamma e l’altra.
  • Mai lasciare residui di fiammifero o altro all’interno della candela: può essere causa di pericolose seconde fiamme.
  • Non accendere candele in contenitori di vetro rotti, scheggiati o graffiati.
  • Mai soffiare o usare acqua per spegnere le candele.
  • Insegna a tutti in famiglia le regole per un utilizzo sicuro della candela.

Consigli d’uso per oli profumati e brucia essenze                                           Anche questi, se usati in modo non corretto sono potenzialmente pericolosi: segui questi semplici accorgimenti!

  • Prima d’ogni utilizzo assicurarsi che il bruciatore per oli sia asciutto, pulito, e privo di depositi.
  • Disporre il bruciatore su una superficie piana, resistente al calore, e lontano da aree piene di spifferi, fonti di calore ed oggetti infiammabili.
  • Aggiungere acqua e fino a 20 gocce d’olio nella parte superiore del bruciatore. Non riempire eccessivamente.
  • Collocare un tea light non profumato nel centro della base del bruciatore.
  • Il calore della candela riscalderà l’olio, emanando il profumo. Ottenuto il livello di profumazione desiderata spegnere la fiamma e lasciare raffreddare. Il bruciatore si surriscalda, non toccarlo durante il funzionamento. Raffreddare completamente prima di toccare.
  • Olio e acqua possono essere aggiunti al bruciatore finché questi sono ancora presenti. In caso contrario non aggiungete nulla ma spegnere e lasciare raffreddare. Riaccendete in seguito.
  • Non lasciare mai incustodito il bruciatore in funzione.
  • Non usare oli profumati destinati ad essere utilizzati sulla pelle.
  • Non aggiungere acqua all’olio caldo.
  • Tenere lontano dalla portata dei bambini e degli animali domestici.
  • Una volta raffreddato il bruciatore pulirlo con un panno asciutto per rimuovere i depositi e l’olio in eccesso.

Per un’ampia selezione di candele Yankee Candle, candele artigianato Made in Italy, Ribbonwick e tutti gli accessori, vieni a trovarci a Soarza di Villanova sull’Arda (PC) o ordina online su www.bottegaregalasorrisi.com