Archivi tag: Senza glutine

La torta di banane di Shelley

Ricetta Gluten Free per Golosetto Brandani

Ve lo abbiamo detto e lo ripetiamo: nel quartier generale Bottega Regala Sorrisi le merende sono una cosa seria – sempre fatte sul momento con ingredienti freschi, se possibile senza glutine e obbligatoriamente buone… abbiamo una ciurma esigente! A tal proposito, il Golosetto Brandani ci ha proprio cambiato la vita: in pochi minuti ci sono montagne di muffin per tutti, giusto il tempo di preparare caffè e tisana.

Come vi ricorderete dal nostro post precedente, gli sprechi proprio non ci piacciono… e cosa troviamo in un angolo dimenticato della cucina? Banane praticamente nere – che per me significano solo una cosa: è ora di fare la torta di Shelley!!! Mentre in Italia non la si vede spesso, nei paesi anglosassoni la “banana cake” è un’istituzione – e visto che qualcuno qui a La Bottega ha tendenze anglofile, ecco per voi la ricetta… con il pensiero che vola a Shelley, amica australiana che ha allietato molti pomeriggi noiosi con la sua leggendaria banana cake. Ciao Shelley, I miss you sooooo much!

Lacrimuccia asciugata, torniamo a noi: quella che segue è sì la ricetta per la torta di banane,  ma noi l’abbiamo usata per preparare i muffin, che con il Golosetto Muffin Maker Brandani sono pronti in 7-10 minuti contro i 45 + raffreddamento della torta; vedete voi che versione preferite… oppure fate come noi: raddoppiate gli ingredienti, fate una torta da avere il giorno dopo per colazione, e con l’altra metà dell’impasto preparate i muffin per merenda. Bonus aggiuntivo: sono senza glutine… versione vegana in via di sperimentazione, per ora, lo ammettiamo, fallita miseramente!

Ingredienti:

  1. 2 banane molto mature: perfette quelle nere che sembrano da buttare!
  2. 150 gr di farina di grano saraceno (o di riso)
  3. 115 gr burro, a temperatura ambiente
  4. 160 gr zucchero di barbabietola
  5. 1 uovo
  6. 1 cucchiaino di lievito in polvere bio
  7. 1 cucchiaino di bicarbonato
  8. 70 ml di latte (vi consiglio di avena o soia, ma può andare anche quello normale se lo usate)
  9. un pizzico di vaniglia in polvere
  10. una spolverata di cannella in polvere (se preferite e non ci sono bambini in giro: un cucchiaino di essenza di caffè)

Sbucciate e schiacciate bene le banane con una forchetta; a parte, montate il burro ammorbidito e lo zucchero , fino ad ottenere un composto cremoso e leggero (favolosa l’impastatrice planetaria Brandani). Incorporate l’uovo, le banane schiacciate, la vaniglia, la cannella o il caffè.

A parte, setacciate e unite farina e lievito; sciogliete il bicarbonato nel latte, mescolandolo.

Unite infine farina e latte al composto di burro, banane e zucchero, alternando e continuando a mescolare, fino ad ottenere una crema uniforme: se volete fare la versione torta, versate in una teglia rettangolare da plumcake e infornate in forno preriscaldato a 180 °C per circa 45 minuti – la torta è pronta quando si stacca leggermente dai bordi. Se invece volete fare i muffin, preriscaldate il Golosetto (pronto in pochi minuti), spennellate con un pò d’olio le formine dove cuoceranno e quando la spia rossa si spegne versate il composto fino a circa 3/4 della formina (crescerà, quindi non riempite troppo!): chiudete il coperchio e lasciate cuocere per circa 10 minuti – tirateli fuori aiutandovi con un cucchiaino e lasciateli raffreddare… ma non troppo! Caldi sono DA SVENIMENTO!!!

Ricetta Muffin senza glutine con Golosetto Brandani su Alzata Messico Ironstone

Buon appetito a voi e alle vostre ciurme affamate da tutti i mangioni del quartier generale Bottega Regala Sorrisi 🙂

Consiglio BONUS: mentre prepariamo la merenda di solito bruciamo una Yankee Candle Vanilla Cupcake – niente di meglio per prepararsi psicologicamente!

Nelle foto: 

Vanilla Cupcake - per entrare nel mood torta!
Vanilla Cupcake – per entrare nel mood torta!

 

Annunci

Vietato sprecare! Succhi & hamburger (vegetariani, da che ci siamo…)

Ricetta hamburger vegan anti-spreco

Ragazzi, ci siamo: le infradito sono riemerse dal fondo della scarpiera, profumo di gelsomino nell’aria, prime maledette zanzare… ovvero, estate alle porte. E sapete cosa vuol dire? Che è tempo di centrifugati, olè!!!

Ho una confessione da farvi… è imbarazzante, ma devo ammettere che per anni ho buttato via lo scarto dei centrifugati: quanto mi vergogno, ma complice poco tempo, poco spazio, vita frenetica ma soprattutto – ammettiamolo – pigrizia e poca fantasia, mi bevevo il succo e fine della storia. Per evitare che anche voi facciate lo stesso errore, vi passo la mia ricetta preferita per recuperare lo scarto post centrifuga – e vi invito a mandarmi le vostre!

… ma prima credo valga la pena spendere due parole sullo spreco alimentare: più di 840 milioni di persone sono denutrite – nello stesso mondo dove circa un terzo della produzione di cibo viene buttata. Mentre siamo ben consci che non saranno queste polpette a salvare il mondo, ci sembra giusto usare questo spazio per ricordare a tutti di fare il possibile per limitare lo spreco di risorse, di ogni tipo: fatevi un giro in rete, troverete un sacco di consigli utili – il nostro sito preferito in assoluto è Ecocucina, pieno di idee geniali come la cottura in lavastoviglie. Chiaro il messaggio?!? Ed ora… polpette!!!

Una premessa: quando parlo di centrifugato, intendo centrifugato di verdure, molto più salutari di succhi di frutta – il succo di sola frutta è un mega concentrato di zuccheri e, non essendoci fibra perchè estratta dalla centrifuga,  porta ad un’innalzamento repentino di glucosio nel sangue che, detto in parole povere, non è una gran cosa! Quindi, un paio di consigli: diluite sempre i vostri succhi con acqua, andateci piano con mele e carote  e aggiungete sempre verdure come cetrioli o sedano al vostro mix.Centrifuga Ovetto Brandani

INGREDIENTI – per il centrifugato:

  • 4-5 carote, pelate se non biologiche
  • 1 cetriolo, pelato
  • un pezzetto di zenzero, a piacere
  • una manciata di foglie di menta

Centrifuga il tutto – diluisci con un pò d’acqua e una spruzzata di limone (noi usiamo la Centrifuga Ovetto Brandani, tiene pochissimo spazio e si pulisce al volo!): ora siediti al sole e assapora il concentrato di vitamine! Poi, al lavoro (poco, a dire il vero) per preparare gli hamburger…

INGREDIENTI – per gli hamburger vegetariani:

  • gli scarti della centrifuga, ovviamente
  • 50 gr semi di zucca
  • 50 gr semi di girasole
  • 1 scatola di cannellini, ben scolati (o altri fagioli, cotti)
  • 1 uovo
  • sale con erbe
  • 1 cucchiaio di olio (di vinacciolo o extravergine di oliva)
  • formaggio feta (opzionale ma ci sta proprio bene)
  1. Nel robot, tritare grossolanamente i semi di zucca, di girasole, il sale e le erbe (noi abbiamo usato un sale per gli arrosti con rosmarino, ginepro, salvia e aglio – scegliete le erbe che preferite!);
  2. Aggiungere nel robot lo scarto del centrifugato,  i fagioli, l’uovo e l’olio: frullate fino ad amalgamare il tutto, ma se rimangono pezzi il risultato finale è migliore;
  3. Mettete in una terrina, aggiungete la feta spezzettata grossolanamente se decidete di usarla, amalgamate bene e lasciate riposare in frigo per una mezz’ora (opzionale ma aiuta a “legare” gli ingredienti).
  4. Se volete una versione vegana sostituite l’uovo con un paio di cucchiai di farina di psillio o farina di semi di lino o semi di chia lasciati in ammollo; invece della feta mettete qualche pezzetto di tempeh.
  5. Formate degli hamburger, adagiate su teglia un pò unta con ghee o olio di cocco, mettete in forno preriscaldato a 200°C per 30-40 minuti e… buon appetito! Con queste dosi noi di solito otteniamo 7-8 pezzi.
  6. Sono ottimi avvolti in un paio di grosse foglie d’insalata e un pò di salsa di prezzemolo (sale-olio-prezzemolo-frulla!).

Quali sono le vostre ricette anti-spreco preferite?

Seguici anche su Instagram per un sacco di ricette, offerte e ispirazioni per la casa!

PS.: Ne approfitto per comunicarvi una nostra grande novità:  sul nostro sito trovate tutto l’assortimento Yankee Candle senza spese di spedizione con soli 30 € di spesa – vi aspettiamo!

PPS.: Sei di Cremona o dintorni? Vieni a trovarci al Mercato del Biologico in Piazza Stradivari domenica 25 Maggio! Le ciliegie le portiamo noi… e se vieni a Soarza alla Sagra della Rana e del Pesce, sempre questa domenica, puoi anche venire a trovarci in negozio – ebbene sì, abbiamo anche il dono dell’ubiquità!

www.bottegaregalasorrisi.com

 

 

 

Muffin senza farina: sani, versatili e veloci!

gluten free muffin
Muffin senza farina – ottimi dolci o salati
Nel nostro quartier generale le merende sono una cosa seria: siamo in tanti, con età che variano dai 6 mesi ai 60 anni, e quando abbiamo fame son guai seri. Siamo sempre alla ricerca di merende che facciano bene al corpo e allo spirito ma che non ci portino via troppo tempo: il Golosetto Brandani si è rivelato un prezioso alleato, vorremmo solo averlo saputo prima! In pochi minuti puoi sfornare muffin deliziosi per sfamare le truppe, o anche sfamarti solo tu, non c’è bisogno di pre-riscaldare il forno e pulire teglie… ma il profumo meraviglioso c’è, eccome!
Mentre il web è pieno di ricette (meravigliose) per muffin dolci, con farina, uova, burro eccetera, noi vorremmo condividere con voi una ricetta alternativa. E’ presa dal fantastico blog Green Kitchen Stories (una vera perla dal mondo scandinavo): è senza farina (quindi senza glutine), senza burro o uova, senza zucchero e si presta benissimo sia con salse salate o con un velo di tahini e sciroppo d’acero per una colazione coi fiocchi – potete anche surgelarli!Noci e semi
Ingredienti:  
(per ottenere circa 15 muffin)
  • 2 cucchiai di cuticola di psillio (attenzione, non i semi – la trovate nei negozi bio o online; se proprio non la trovate, sostituire con 2 cucchiai di farina di semi di lino)
  • 1-2 cucchiaini di sale
  • 350 ml di acqua
  • 100 gr di mandorle
  • 100 gr di nocciole
  • 100 gr di semi di sesamo
  • 100 gr di semi di girasole
  • 100 gr di semi di lino
  • 100 gr di semi di zucca
  • 3 cucchiai di olio e.v. d’oliva
  • una manciata di uvetta (o olive verdi spezzettate; o pezzi di cioccolato fondente se li preferite più sul dolce)
  1. Unisci la farina di psillio e l’acqua in una tazza capiente, mescola bene e lascia riposare per almeno 5 minuti, finchè ha raggiunto la consistenza di gel.
  2. Nel frattempo prepara le quantità di semi e mandorle, metti tutto in un robot da cucina e grattugia grossolanamente – non troppo! Non arrivare ad avere una farina, devono rimanere pezzi grossi.
  3. Metti il trito in una terrina capiente, aggiungi sale e olio; mescola bene.
  4. Unisci il gel di psillio e incorpora bene – è molto meglio farlo con le mani!
  5. Opzionale: lascia riposare per circa un’ora. Puoi anche saltare questo passo, ma il risultato è migliore così.
  6. Accendi il Golosetto: quando la spia indica che è pronto, spennella i buchi con un pò d’olio d’oliva o di cocco e riempi bene le formine – non avendo lievito, i muffin non aumenteranno di volume quindi devono essere già rigonfi, così che tocchino anche nella parte superiore per assicurarti che cuociano in modo uniforme.
  7. Ogni “infornata” è pronta in circa 20 minuti – ti consigliamo di farli raffreddare prima di mangiarli!
  8. Se preferisci farli in forno: preriscaldalo a 175 °C, metti il composto nelle formine per muffin e inforna per 45-50 minuti.

Noi avevamo voglia di salato, quindi li abbiamo mangiati con una favolosa salsa di pomodori secchi (frulla pomodori secchi sott’olio con pinoli, erba cipollina, lievito secco in scaglie o formaggio grattugiato, un cucchiaio d’olio… veloce e deliziosa!), ma anche con burro e marmellata sono una favola.

Muffins senza glutine vegani
Muffins – merenda servita!

Ed ora tocca a te: qual’è la tua merenda preferita? Scrivici le tue idee nei commenti qui sotto, siamo sempre affamati di novità!

Trovi tutti i prodotti Brandani su www.bottegaregalasorrisi.com – per la linea Golosetto abbiamo: